Votantonio, Votantonio! – Il Movimento Poeti d’azione

ballot-158828_1280Iniziamo col botto!

No, non è uno scherzo. Alle prossime elezioni europee si potrà votare per il “Movimento poeti d’azione” ideato da Alessandro d’Agostini nel lontano 1994.

Andiamo, però, con ordine.

Proprio quest’oggi, mentre mi barcamenavo tra i vari siti d’informazione on-line, la mia attenzione è stata catturata dal titolo principale del fattoquotidiano.it che recitava: “Elezioni europee 2014, presentati 64 simboli. Dal Bunga Bunga ai Poeti d’azione”.

Ed ancora, su Lastampa.it: “Forza Juve” e “Poeti d’azione” tra i 64 simboli per le Europee”.

Continua a leggere

Annunci

La poesia nel cinema – Robert Frost (Stephen King, Roberto Benigni, Robin Williams)

Robert Lee Frost (San Francisco, 26 marzo 1874 – Boston, 29 gennaio 1963) è stato  un poeta statunitense.

Per parlarvi di Frost, partirei dal 20 gennaio del 1961. Quel giorno il sole brillava su Washinton. Era il giorno dell’inaugurazione del trentacinquesimo presidente degli Stati Uniti D’America. J.F.Kennedy si apprestava al giuramento. “JFK” volle presenti alla cerimonia tanti scrittori, artisti e scienziati; tra questi era presente il nostro autore. Frost, infatti, fu uno dei poeti preferiti di John Fitzgerald Kennedy.

frost

Per la sua vita vi rimando all’enciclopedia digitale di Wikipedia. Cliccando QUI avrete tante informazioni bibliografiche del poeta.

_____________________________________________________________

1. Partiamo da “Dreamcatcher” (L’acchiappasogni).

Continua a leggere

La poesia nel cinema – Autumn in New York & Edna St. Vincent Millay

Autunno a New York è un film del 2000 diretto da Joan Chen, e interpretato da Richard GereWinona Ryder e Anthony LaPaglia. Charlotte Fieldingne (Winona Ryder) ha ventidue anni, una malattia probabilmente incurabile, una passione per Emily Dickinson, per le perline, le farfalle e per abiti di un kitsch vezzoso.

Edna St. Vincent Millay è una poetessa statunitense (Rockland, Maine, 1892 – Austerlitz, New York, 1950). Pubblica la prima raccolta di poesie (Renascence and other poems) nel 1917. Si stabilì nel Greenwich Village di New York. Il successo di pubblico conseguito con “A few figs from thistles” (1920), dove l’uso di strutture metriche tradizionali si combina efficacemente con un liguaggio giovanile e aggressivo, fu confermato da “The harp-weaver and other poems” (1923), in cui la sostanziale lontananza di M. dallo sperimentalismo moderno si rispecchia nella predilezione del sonetto e nell’intensa frequentazione di motivi romantici.

Continua a leggere

Conosciamo . . . Antonia Pozzi

La poetessa Antonia Pozzi, nasce a Milano martedì 13 febbraio 1912; morirà, suicida il 3 dicembre 1938. La sua vita è stata raccontata nel cine-documentario della regista milanese Marina Spada “Poesia che mi guardi”, prodotto da Miro Film e presentato fuori concorso alla 66ª Mostra del Cinema di Venezia del 2009 (sezione Giornate degli Autori).

Preghiera alla poesia

Oh, tu bene mi pesi
l’anima, poesia:
tu sai se io manco e mi perdo,
tu che allora ti neghi
e taci.
Poesia, mi confesso con te
che sei la mia voce profonda:
tu lo sai,
tu lo sai che ho tradito,
ho camminato sul prato d’oro
che fu mio cuore,
ho rotto l’erba,
rovinata la terra –
poesia – quella terra
dove tu mi dicesti il più dolce
di tutti i tuoi canti,
dove un mattino per la prima volta
vidi volar nel sereno l’allodola
e con gli occhi cercai di salire –
Poesia, poesia che rimani
il mio profondo rimorso,
oh aiutami tu a ritrovare
il mio alto paese abbandonato –
Poesia che ti doni soltanto
a chi con occhi di pianto
si cerca –
oh rifammi tu degna di te,
poesia che mi guardi.

Antonia Pozzi

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Eventi ed iniziative sulla poetessa possono essere visionati sul sito antoniapozzi.it
Per consultare tutta la bibliografia puoi cliccare qui
Per consultare la sua Biografia puoi cliccare qui

La poesia nel cinema – John Keats – Bright star e The Ryan O’Reilly Band

Bright Star è un film del 2009 scritto e diretto da Jane Campion, basato sugli ultimi tre anni di vita del poeta inglese John Keats.

Il film è stato presentato in concorso al 62º Festival di Cannes ed è stato proiettato per la prima volta il 15 maggio 2009. Il titolo del film è tratto da un sonetto di Keats dal titolo “Bright star, would I were steadfast as thou art”, che il poeta scrisse durante la sua relazione con Fanny.

John Keats è un esponente Romanticismo inglese. Gli autori romantici inglesi vengono generalmente divisi in due diverse generazioni: La prima è quella del 1700, mentre la seconda è vissuta nella prima metà del 1800. Della prima fanno parte Wordsworth, Coleridge, e Blake. Della seconda generazione si possono definire poeti come John Keats, Byron e Shelley.

Dicevo che il Film è tratto dal sonetto “Bright star”:

Continua a leggere