Buone nuove

Senza titolo-1

Tra qualche giorno verrà pubblicata la mia nuova raccolta di poesie. Si tratta di 48 poesie che saranno accompagnate da 50 immagini.

Il formato del libro è di tipo paesaggistico, più adatto a contenere anche le immagini. La più grande novità, rispetto ai libri precedenti, sta proprio nelle fotografie.

Questa volta le ho scattate tutte io. In estate, infatti, vi ho parlato di questa nuova possibile passione, la reflex.

Grazie a questo splendido regalo che la mia ragazza ha voluto donarmi, ho potuto apprezzare, in prima persona, come gli attimi che spesso descrivo con i versi, possono essere ritratti, fermati per un solo istante ed incisi anch’essi in un foglio.

Inizialmente non credevo di poterci riuscire. Quando iniziai a discernere quante e che tipo di fotografie avrei dovuto scattare, ho avuto un senso d’impotenza. Credevo fosse un compito troppo ardito da portare a termine in breve tempo per chi, come me, non aveva alcun bagaglio di conoscenza tecnica del mondo della fotografia reflex. Ho studiato per quasi 2 mesi teoria e tecnica. Spero che i risultati siano apprezzabili.

Chi volesse guardare il mio book può farlo cliccando il banner qui a fianco di FLICKR o può cliccare QUI

Invece, grazie proprio alla passione che è nata prorompente, scattare queste immagini è stato un gioco, un divertimento grande come i versi, che ha coinvolto me e Daniela.

Il grazie più grande è per lei che ha consentito tutto questo. Mi riferisco, sopratutto, all’apporto umano che costantemente mi ha dedicato, nonché alla sua pazienza.

Altre novità riguardano la case editrice. Non sarà più lulu.com. Ho optato, dopo un attento discernimento per youcanprint.it. Casa editrice italiana, innanzitutto.

In realtà i vantaggi sono stati molteplici come la rete di distribuzione decisamente più vasta. Ma non solo. Vantaggi, dicevo, sono apprezzabili sia per quanto riguarda la distribuzione on-line degli e-book che la distribuzione cartacea nelle librerie. Questo capitolo, comunque, lo affronterò in un post più avanti, fornendovi tutte le informazioni del caso e la rete di distribuzione dettagliata per tutta l’Italia.

In definitiva, non mi resta che salutarvi e darvi appuntamento, spero, tra pochi giorni, quando si potrà dare il via alla distribuzione.

A presto! 🙂

Vita da poeta

Factotum_Henry Chinaski – Le parole

Anche nei miei momenti più bui sento le parole ribollire dentro di me; e io devo buttarle giù quelle parole, se non voglio essere sopraffatto da qualcosa di peggiore della morte.

Le parole non sono tanto cose preziose, quanto cose necessarie. Eppure, quando comincio a dubitare della mia capacità di lavorare con le parole, vado a leggermi un altro scrittore, e allora so che non ho niente di cui preoccuparmi.

Vita da poeta

Luciano De Crescenzo:
Che cosa penso dei poeti? Eh..tutto il male possibile!

Maria Luisa Spaziani:
1. Oggi la poesia è un movimento clandestino di resistenza
2. La vita da poeta non esiste, esistono i poeti che vivono
3. E’ un grande mistero sapere quando le poesie nascono, per quale ragione nascono e perché si impongono a noi. Questo grazie a Dio non lo sapremo mai. Resta il fatto che ogni tanto nasce una poesia e il più sorpreso di tutti è sempre il poeta, immagino.

Vita da Poeta 1/7 (Dario Bellezza)