#RipRobinWilliams – Tutti i video e le lezioni

11 Agosto 2014,

spero venga ricordato come il passaggio di consegna tra il Prof. John Keating ed i suoi milioni di allievi sparsi in tutto il  mondo.

Ciao Capitano!

Immagine in Public Domain su openclipart.org. Info sulla foto e licenza di utilizzo cliccando sull'immagine.

Immagine in Public Domain su openclipart.org. Info sulla foto e licenza di utilizzo cliccate sull’immagine.

Qui tutta la poesia di Robin William e l’attimo fuggente:

1. La poesia nel cinema – Patch Adams

2. L’attimo fuggente – lezione

3. L’attimo fuggente – lezione

4. L’attimo fuggente – lezione

5. L’attimo fuggente – lezione

6. L’attimo Fuggente – lezione

7. L’attimo Fuggente – lezione

8. L’attimo fuggente – lezione

Annunci

Libero il verso ’13 ebook a 0.99 €

lib ebook

Come promesso ecco l’elenco (parziale) di tutti i negozi online dove è possibile scaricare il libro a soli 0.99 €.

Cliccate sullo store che preferite, verrete indirizzati direttamente al libro.

Libreria Rizzoli

Hoepli

IBS

Libreria universitaria

Netbook MediaWorld

Deastore

TimReading

Youcanprint

UltimaBook

Bookrepublic

Webstere

 

Rosario Pinto

The sound of silence di Rosario Pinto (ed altri…)

Circa un mese addietro mi è capitato di tornare ad ascoltare una canzone bellissima. Una di quelle che ascolti da una vita, la conosci quasi a memoria ma non sai chi l’ha scritta e musicata. Così, quella volta, decisi di rispondere ad almeno due domande: sapere chi e quando l’ha incisa. Mi perdoneranno tutti coloro che conoscono il pezzo da una vita e che troveranno aberrante non saperlo. Avete ragione!

Risultato? Era il 50esimo anniversario di: The sound of silence” di Simon & Garfunkel. Se alcuni di voi non conoscono il pezzo così come scritto, eccovi un aiutino da Youtube:

Così ho sentito l’esigenza di descrivere, anche io,  il suono del silenzio ma, per la prima volta, ho voluto farlo in inglese; forse per rendere omaggio alla canzone stessa.

Spero di non avere fatto (almeno) errori grossolani. Per la traduzione, chissà, magari la pubblico.

Questa è la mia descrizione del silenzio:

Continua a leggere

Decreto unico – Ministero dell’Istruzione della Repubblica di Liberoilverso.com

Immagine in licenza CC0 Public Domain su Pixabay.com. Autore "Nemo". Info su diritti di utilizzo cliccando sull'immagine.

Immagine in licenza CC0 Public Domain su Pixabay.com. Autore “Nemo”. Info su diritti di utilizzo cliccando sull’immagine.

 Recante «Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento concernenti le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi liceali di cui all’articolo unico del buon senso».
ANTEFATTO STORICO

Come alcuni di voi avranno letto, anche in questi giorni, si è riacceso un dibattito che, in realtà, non si è mai spento, grazie ad alcune interrogazioni parlamentari rivolte all’attuale Ministro della Pubblica Istruzione.  Tutto ebbe inizio nel 2010 quando, il Ministero dell’allora ministra Maria Stella Gelmini, portata alla “ribalta” grazie alla sua affermazione sull’omonimo tunnel  che (secondo lei) collegava la Svizzera e l’Abruzzo, emanò il Decreto 7 ottobre 2010, n. 211. Si trattava di uno schema di regolamento recante «Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento concernenti le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi liceali».

Continua a leggere

Votantonio, Votantonio! – Il Movimento Poeti d’azione

ballot-158828_1280Iniziamo col botto!

No, non è uno scherzo. Alle prossime elezioni europee si potrà votare per il “Movimento poeti d’azione” ideato da Alessandro d’Agostini nel lontano 1994.

Andiamo, però, con ordine.

Proprio quest’oggi, mentre mi barcamenavo tra i vari siti d’informazione on-line, la mia attenzione è stata catturata dal titolo principale del fattoquotidiano.it che recitava: “Elezioni europee 2014, presentati 64 simboli. Dal Bunga Bunga ai Poeti d’azione”.

Ed ancora, su Lastampa.it: “Forza Juve” e “Poeti d’azione” tra i 64 simboli per le Europee”.

Continua a leggere

Clicchi Mi Piace? No grazie!

non mi piace

Oggi ne canto 4 al vento.

Parlerò di me e del mio punto di vista pur nella consapevolezza che il mondo non gira attorno alla mia vita ed alle mie convinzioni. Ho iniziato a scrivere poesie, sequenze di parole, nell’oramai lontano 1999. Nel Marzo di quell’anno per l’esattezza. A proposito, scusate il momento amarcord: «la mia prima poesia ha compiuto da pochi giorni 15 anni! happy birthday!»

Fine del momento amarcord.

Continua a leggere