La poesia nel cinema + le grandi voci della poesia

Il sottotitolo di questo blog, qualche mese addietro ho preferito aggiornarlo. Oggi, infatti, terremo fede proprio a quest’ultimo. Gireremo davvero intorno alla #poesia!

Per farlo, leggeremo, guarderemo, ascolteremo una delle più grandi poesie di Giacomo Leopardi, “L’infinito”. sarà tutto fuorché noioso, fidatevi.

Ci faremo aiutare da:

1. Giorgio Albertazzi

2. Vittorio Gassman

3. Arnoldo Foà

4. Marco Simoncelli

5. Gaetano Braga

6. “I cento passi”

Andiamo con ordine. Chi segue il mio blog di #poesia sa bene che l’approccio che Vi propongo, da sempre, non è mai banale; cerco sempre di guardare bene quale lato sia più interessante di ogni poesia e, così, cerco di proporvelo.

498px-Infinito

Come avrete potuto vedere, il titolo del post non è il classico “La poesia nel cinema”. Infatti da oggi, parte una nuova categoria di articoli, “Le grandi voci della poesia”. In via eccezionale, per questa prima esperienza, faremo un frullato di audio e video poesia .

Inutile soffermarci in questa sede sulla vita e le opere dell’autore ma, per chi volesse, può agevolmente cliccare:

QUI per la vita e le opere

QUI in particolare per “L’infinito”

Non mi resta che augurarVi buon ascolto e buona visione!

A. “L’infinito” recitato all’interno del film “I cento passi”, film del 2000 diretto da Marco Tullio Giordana dedicato alla vita e all’omicidio di Peppino Impastato, impegnato nella lotta alla mafia nella sua terra, la Sicilia. Cast di successo e riconoscimenti internazionalmente riconosciuti. Tutte le informazioni del caso potete leggerle QUI

i-cento-passi

B. “L’infinito” letta da Albertazzi:
C. “L’infinito” letta da Vittorio Gassman:
D. “L’infinito” letta da Arnoldo Foà:
E. “L’infinito” recitata da Marco Simoncelli

 

Dopo questa bella scorpacciata, un ultimo scorcio ci viene regalato dall’opera di Gaetano Braga. L’opera di Leopardi, infatti, fu musicata dal violoncellista e compositore italiano. Lo stesso Leopardi mandò al compositore una lettera ringraziandolo personalmente. La lettera è tuttora conservata alla casa museo di Gaetano Braga a Giulianova.

Per ascoltare l’opera potete (provare) a cliccare QUI (Su Spotify)

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...